Via Andrea da Garessio, 18

Acilia, Roma

09:00 - 18:30

Da Lunedì a Venerdì

Conteggi e differenze retributive

Molto spesso, non necessariamente per volontà del datore di lavoro, la busta paga del lavoratore non include tutti gli emolumenti ed indennità che spetterebbero sulla base del tipo di contratto, del periodo lavorato, delle mansioni affidate, degli scatti di anzianità previsti dal contratto collettivo.

In altri casi, purtroppo anche questi frequenti sopratutto nella piccola e media impresa, potrebbero esserci situazioni pregresse ancora non sanate, di mensilità non pagate o pagate in parte, straordinari non conteggiati in busta paga, tredicesime o quattordicesime non retribuite, ferie non godute o altro.

In tutti questi casi, è utile potersi presentare davanti al datore di lavoro con un conteggio già effettuato da un professionista competente, che sia terzo rispetto al consulente del lavoro che affianca il datore di lavoro.

Al termine di un rapporto di lavoro, è quasi sempre utile farsi assistere da un professionista in grado di effettuare i giusti conteggi sulle buste paga e calcolare le differenze retributive spettanti: l’azienda, sia quella più grande sia quella più piccola, tende infatti ad accettare rapidamente l’eventuale mediazione, corrispondendo il dovuto al (ex) dipendente.

Per accedere al servizio inserisci di seguito i tuoi dati.